I 10 errori più comuni quando si nuota a stile libero

La nuotata a stile libero, o meglio la nuotata crawl, è la tecnica che più di tutte viene praticata quando si nuota. Per alcuni nuotatori in erba è un vero incubo, mentre per chi ormai nuota da un po’ è la base su cui sviluppare ogni allenamento.

E’ illusione di tanti il credere di saper nuotare perfettamente a stile, ma ad eccezione di agonisti ed ex-agonisti, quasi certamente alcuni di questi errori sono stati o sono propri della vostra nuotata.

Analizziamoli insieme.

  • 1 – Sollevare la testa in fase di respirazione

Molti principianti, durante la respirazione, piuttosto che ruotare la testa di lato tendono ad estendere il capo prima di ruotarlo a lato. E’ comunissimo e viene fatto perché la fame d’aria diventa insopportabile e si vuole tirare fuori la testa il più velocemente possibile. E’ un errore che causa l’affondamento dei fianchi oltre che la fatica nel sollevare la testa: e poi è parecchio brutto da vedere!

  • 2 – Nuotata Piatta

Il rollio delle spalle nella nuotata a stile è essenziale per consentire di avere una superficie di avanzamento più ridotta possibile, oltre che per arrivare nel punto più basso durante la fase di trazione della bracciata. Inoltre la mancanza di rollio può determinare altri errori a cascata. Tuttavia molti nuotatori (anche veterani) non effettuano alcun rollio, con la conseguenza che si nuota piatti sul piano dell’acqua.

  • 3 – Incrociare le braccia lungo la linea mediana

Alcuni nuotatori hanno la tendenza, durante la fine del recupero della bracciata, a portare la mano sul lato controlaterale. Per intenderci: quando distendono il braccio in avanti la mano destra finisce a sinistra e la mano sinistra finisce a destra. Questo errore è quasi una conseguenza diretta della nuotata piatta senza rollio. Senza il rollio è inutile cercare di far andare la mano davanti al viso…anche perchè poi si rischia di eccedere un po’ e di finire dall’altro lato.

  • 4 – Fase subacquea della bracciata sotto la pancia

Sarà capitato a tutti di sentire che nella fase subacquea la mano deve descrivere una S. Niente di più corretto. Però ancora una volta non si può prescindere dal rollio. Se si fa una S nuotando piatti la mano nel fare l’insweep finirà sotto la pancia, e la spinta che eserciterete sarà notevolmente ridotta rispetto a una spinta lungo la direzione di avanzamento. Probabilmente questo rollio di cui stiamo parlando andrebbe allenato di più di quanto non si faccia normalmente…eviterebbe tanti errori!

  • 5 – Bacino e gambe affondate

Non si tratta di un vero e proprio errore quanto di una conseguenza data dalla insufficiente battuta di gambe spesso per pigrizia. In particolare i maschietti si ritrovano naturalmente con un bacino che tende ad affondare per differente distribuzione dei grassi corporei rispetto alle femminucce, ed è proprio per questo motivo che quando un uomo nuota a stile deve lavorare di più con le gambe rispetto a una donna. Il discorso è sempre lo stesso: se la parte inferiore del corpo affonda, aumenta la superficie di avanzamento. Capisco che faccia sentire più macho lavorare solo di braccia, ma se la vostra gambata non è efficiente come dovrebbe, non trascuratela!

  • 6 – Recupero a braccio disteso

Ma quanto è faticoso sollevare il braccio con i muscoli della spalla? Abbastanza, e proprio per questo molti preferiscono recuperare col braccio disteso. Questo tipo di nuotata è tipica dei velocisti quando fanno degli scatti…ma se andate in piscina per allenarvi abituatevi a lavorare anche con le spalle, nelle lunghe distanze alla fine conviene. 

  • 7 – Ingresso della mano a braccio flesso

Chi fa questo errore solitamente sa anche darti una spiegazione: faccio entrare la mano e la distendo sott’acqua, ma la immergo di taglio così non faccio attrito. E’ vero: distendere la mano sott’acqua di taglio piuttosto che col palmo fa meno attrito, ma sapete cosa può fare meno attrito? Distenderla fuori dall’acqua. Eh si, perchè il braccio va disteso fuori, e solo una volta disteso potete procedere con l’immersione (possibilmente senza sbatterlo nell’acqua facendo schizzi).

  • 8 – Braccio che affonda al termine del recupero

Chiamato anche “zappare” o non controllarne la distensione. La fase di presa della bracciata è essenziale per una buona riuscita della fase subacquea perchè permette di sfruttare tutta l’escursione della mano, e va iniziata col braccio ancora disteso. Chi invece tende a iniziare la fase subacquea con il braccio troppo affondato, non solo offre una maggiore superficie di avanzamento, ma avrà anche un’escursione della mano inferiore, inficiando così sulla sua spinta massima. Quando iniziate la bracciata subacquea assicuratevi sempre di avere il braccio disteso davanti a voi

  • 9 – Sguardo in avanti

Spesso è associato alla respirazione con la testa estesa! E’ un errore comune dato dal fatto che siamo abituati a guardare dove andiamo quando ci spostiamo nella terraferma. Tuttavia il capo esteso determina in acqua un affondamento dei fianchi e quindi determina ancora una volta un aumento della superficie di avanzamento e della fatica. Meglio guardare le mattonelle del fondo allora!

  • 10 – Fase di spinta interrotta

Quanti di voi non distendono completamente il braccio dopo la spinta subacquea? Se ne vedono tanti. Ma è comprensibile: perchè è faticoso spingere sott’acqua e l’ultima parte è dispendiosa: tuttavia questa fase è anche quella più propulsiva. E’ un vero peccato iniziare il recupero precocemente dunque prestateci sempre attenzione!

Ti sei ritrovato in alcuni di questi errori? Parlane col tuo istruttore, sicuramente insieme troverete un modo per correggere la tua nuotata e diventare più efficiente!

ed8bbb2c6a2c4a7c82d8d79fb28cebd4-008-k29H--896x504@Gazzetta-Web

Categorie: Blog, Le Top 10

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...